Paura

LA PAURA: amica o brutta esperienza?

Fears from Nata Metlukh on Vimeo.

La paura si può manifestare in differenti modi, e spesso è un’emozione che colleghiamo ad esperienze di vita spiacevoli. Spaventi, Ansia, attacchi di panico, terrore sono tutte sfaccettature dell’emozione di paura.

Le emozioni che le persone possono provare sono tantissime…con svariate sensazioni, ma quelle di base, le emozioni “autentiche”, sono quattro: tristezza, gioia, rabbia e paura. Tutte e quattro servono a qualcosa, e vengono così definite “funzionali” alla nostra vita. A che cosa serve la paura?

paura - psicologo mantovaL’emozione di paura si è mantenuta nel tempo della nostra evoluzione per il fattore protettivo che essa stimola in noi. E’ anche l’emozione che ci guida circa il futuro, ovvero ci mette in guardia rispetto ai pericoli ai quali possiamo incorrere. Per fare un esempio: se avviene una scossa di terremoto la paura ci farà “attivare” per proteggerci e metterci al sicuro; ci guiderà, anche quando la scossa si interromperà, per ricordarci che potrebbe avvenire una seconda scossa.

Le emozioni quali ansia, attacchi di panico, imbarazzo, vergogna, terrore ecc. sono definite emozioni parassite, ovvero non funzionali alla risoluzione di un problema. Tali emozioni non sono adattive alla vita di tutti i giorni e rappresentano molto spesso un problema per chi le vive! Tali emozioni non sono collegate al “qui ed ora” dell’esperienza, ma sono collegate ad aspetti irrisolti e personali del soggetto, che come dei “piccoli elastici” lo riportano al passato. Con questo discorso possiamo capire come le emozioni autentiche, come la paura, sono emozioni completamente vissute nel qui ed ora dell’esperienza del soggetto e sono adattive e funzionali alla risoluzione di problemi. Conoscere le emozioni e conoscerci meglio può aiutarci ad avere meno emozioni parassite!